📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Le società di capitali > la società per azioni

Liquidazione

La liquidazione volontaria della società viene proposta dal Consiglio di Amministrazione e approvata dall’assemblea.

L’assemblea nomina i liquidatori che dal momento della nomina assumono tutte le funzioni di amministrazione della società.

I liquidatori pubblicano, attraverso i mezzi di stampa, un avviso di liquidazione, la procedura e il termine per le istanze dei creditori.

Il termine per proporre le istanze dei creditori non può essere inferiore a due mesi dalla pubblicazione dell’avviso di liquidazione.

I liquidatori informano i creditori ed estinguono i debiti della società.

Alla scadenza del termine concesso ai creditori per la proposizione delle loro istanze, i liquidatori predispongono il bilancio di liquidazione avente ad oggetto la composizione del patrimonio sociale, le istanze dei creditori, ed una nota integrativa avente ad oggetto le considerazioni finali dei liquidatori.

Tale bilancio interinale è approvato dall’assemblea e autorizzato dal Registro delle Imprese.

Qualora le riserve della società siano insufficienti a soddisfare le pretese dei creditori, i liquidatori hanno facoltà di vendere i beni di proprietà della società con asta pubblica.

I creditori vengono pagati nell’ordine stabilito dal Codice Civile.

In seguito al pagamento dei debiti della società, l’assemblea approva il bilancio definitivo di liquidazione e distribuisce il patrimonio tra i soci, con il seguente ordine:
capitale sociale;
• pagamento di dividendi accreditati ma non pagati ai soci alle azioni privilegiate;
• distribuzione delle rimanenze ai soci non privilegiati.

Argomenti nella stessa categoria