📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
L'impresa e le società

Attività soggette a specifiche licenze

Ai sensi della Legge Federale n. 158-FZ del 25 settembre 1998, alcune attività svolte nel territorio della Federazione Russa sono soggette ad una specifica licenza.

La ratio della previsione legislativa sta nel tentativo di proteggere i diritti dei cittadini, i loro interessi, la moralità pubblica, la salute pubblica, assicurare la difesa
del paese e la sicurezza dello Stato ed altresì porre le basi per lo sviluppo di un mercato unico.

Ogni tipo di attività richiede il rilascio di una separata licenza. L’attività per la quale è concessa la licenza può essere effettuata esclusivamente dal soggetto giuridico che ne ha fatto richiesta. L’attività può essere prestata in tutto il territorio della Federazione Russa, nel caso in cui l’autorità che ha concesso la licenza sia un ente federale, e nel territorio
del governo locale, se invece la licenza è stata rilasciata da un’autorità locale.

La durata della licenza è prevista dalle discipline specifiche a livello locale, ma non può essere di durata inferiore a tre anni. Lo stato federale può stabilire il rilascio, in alcuni settori, di licenze perpetue.

La licenza può essere rinnovata. La licenza non è rinnovata nel caso in cui siano state accertate violazioni della normativa che disciplina l’attività in un determinato settore durante il periodo di vigenza della licenza.

Per il rilascio della licenza, il richiedente, oltre a
dover essere in possesso dei requisiti specifici per lo svolgimento di una determinata attività, deve anche dimostrare di essere in regola con la normativa ambientale, sanitaria, igienica, antincendio.

Per ottenere la licenza, il richiedente deve presentare i seguenti documenti:
• domanda di rilascio con indicazione del nome e forma sociale della società, la sede sociale, nominativo della banca e numero del conto corrente;
• denominazione sociale, data del documento di identità;
• indicazione del tipo di attività e del periodo in cui tale attività sarà svolta;
• copia conforme dell’atto costitutivo e dello statuto e visura camerale;
• indicazione degli estremi della registrazione con le autorità tributarie;
• ricevuta del pagamento della relativa tassa;
• altri documenti relativi alla specifica attività.

L’autorità competente ha l’onere di emettere un provvedimento di accoglimento o diniego della licenza entro un termine non superiore a 30 giorni dalla data della domanda. Il termine specifico è stabilito dalle discipline speciali relative ai diversi tipi di attività.

Nel caso in cui sia rilasciato provvedimento favorevole, ma il richiedente non abbia pagato la tassa per ottenere la licenza entro tre mesi, l’autorità competente ha il potere di revocare la licenza.

Il richiedente ha diritto di impugnare il provvedimento dell’autorità. La questione sarà esaminata da un arbitratore indipendente.

Nel caso in cui il titolare della licenza sia una persona giuridica e quest’ultima si trasformi o modifichi la propria denominazione o la sede sociale, si renderà necessario inoltrare una domanda di variazione della licenza.

Il rispetto delle condizioni previste per la concessione della licenza è costantemente verificato dagli organi di controllo anche mediante ispezioni presso l’azienda della società titolare.

Con lo scioglimento e la liquidazione della società titolare, la licenza perde ogni efficacia e deve ritenersi automaticamente risolta.

Ai sensi dell’articolo 17 della Legge 158/98, tra le numerose attività per le quali è necessaria la licenza, sono incluse le seguenti:
• attività di auditing;
• produzione o utilizzazione di apparecchiature militari, di strumenti di auto-difesa e di munizioni;
• progettazione, costruzione, gestione o riparazione di prodotti e stabilimenti sottoposti a pericolo di esplosione, incendio e rischio chimico;
• progettazione, gestione o riparazione di stabilimenti e strumenti estrattivi;
• produzione o distribuzione di articoli pirotecnici;
• produzione o commercio all’ingrosso di metalli preziosi e gioielli contenenti metalli preziosi e pietre preziose;
• attività geologiche e di ispezione geologica;
• raffinazione del petrolio, trasporto di petrolio e dei prodotti ottenuti dalla raffinazione mediante condutture dell’olio e condutture di prodotti oleosi;
• attività di ingegneria civile, progettazione edile e di costruzione;
• produzione di farina, di grano, prodotti alimentari derivati del grano;
• attività mediche e farmaceutiche;
• trasporto di merci e persone via mare;
• produzione di oggetti d’antiquariato;
• attività bancarie;
• gestione di pompe di benzina;
• attività veterinaria;
• rappresentazioni audiovisive in sale cinematografiche;
• servizi pensionistici privati e gestione di fondi di investimento;
• produzione e imbottigliamento di acqua potabile minerale e naturale;
• attività di agenzia immobiliare;
• attività editoriale e di stampa;
locazione finanziaria.

Argomenti nella stessa categoria