📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Esercito Russo

Spetsnaz

Forze speciali militari

Inizialmente questo corpo speciale fu creato dall’allora KGB con compiti indirizzati verso particolari categorie di cittadini dell’URSS: dissidenti politici, contro-rivoluzionari, persone indesiderate all’interno dei confini sovietici. Solo successivamente furono impiegati per azioni sul campo di guerra: quella più famigerata fu l’omicidio dell’allora presidente dell’Afghanistan nel 1979. Per avere un’idea del grado di specializzazioni degli uomini di allora, basti pensare che ai 30 operatori inviati per quella missione fu detto solo “Questa notte volerete lontano”. Il giorno dopo si trovavano in Afghanistan, senza conoscere ancora il compito a loro assegnato.

Successivamente, sempre in Afghanistan, vari gruppi di Spetsnaz furono infiltrati tra le montagne per condurre la stessa strategia dei mujaheddin: la guerra non andava certo bene per le truppe sovietiche, sfiancate dai continui attacchi a sorpresa dei dissidenti afgani, facendo lievitare il numero di perdite ogni anno di permanenza. Per questo, i primi gruppi armati furono impiegati nell’aspro territorio afgano, assaltando convogli, distruggendo linee di trasporto e comunicazione, rimanendo a volte per mesi isolati dal resto delle truppe.In quel periodo la maggior parte degli Spetsnaz erano presi dal GRU, il servizio di sicurezza fondato da Lenin nel 1919 e ufficialmente supervisore solo delle comunicazioni. Non era raro vedere convogli di appartenenti al GRU sparire per operazioni segrete, e mai più tornare. Fonti confermate stimano che nel 1980 erano già presenti 20 brigate Spetsnaz, più 41 compagnie separate. Fino alla caduta dell’Unione Sovietica però, gli Spetsnaz non erano ancora così conosciuti in Russia e nelle altre repubbliche, né tanto meno nel resto del mondo, per diverse ragioni: oltre a quelle ovvie concernenti la segretezza, non c’era in Gorbaciov e nelle alte sfere militari un particolare desiderio di promuovere questi gruppi particolari.

La vera e propria “consacrazione” di questi reparti speciali agli occhi dei Russi e del mondo intero, vi fu nella prima campagna della Cecenia, nel 2000. La grande pubblicità dei media, unita a un rinnovo di fiducia da parte della dirigenza militare Russa, ha reso in breve tempo gli Spetsnaz un elitè famosa e temuta nell’ambito, con largo credito tra i giovani i quali si cimentano diverse volte di anno in anno nelle varie prove finali che devono essere superati per entrare nelle varie brigate. Tale prova finale, più volte documentata, è rinomata per le difficoltà e la durezza che rappresenta: prove di resistenza in marcia con equipaggiamento completo (Kalashnikov, placche antiproiettili, gibernaggio completo, ecc.), terreni accidentati da superare in vari modi, fast rope giù dagli edifici con eliminazione sagome e salvataggio di ostaggi, tiro al bersaglio e lotta finale con gli istruttori, tutto ciò nell’arco di una singola giornata e senza sosta. Da notare che non superare anche una delle prove comporta l’eliminazione dal resto delle selezioni.

Argomenti nella stessa categoria