📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Lavoro dipendente

Ferie e permessi

Le ferie minime garantite ai dipendenti ammontano a 28 giorni annuali.

Sono previste ferie ulteriori per i lavoratori che svolgono attività pericolose e insalubri.

Le ferie sono maturate dal lavoratore dopo sei mesi di lavoro ininterrotto (con l’eccezione delle lavoratrici gestanti, dei minori, dei lavoratori che abbiano adottato un figlio: tali soggetti maturano le ferie prima dei 6 mesi).

In caso di licenziamento, le ferie non godute devono essere retribuite.

Esistono inoltre 11 giorni di pubbliche festività (1 e 2 gennaio, 7 gennaio, 23 febbraio, 8 marzo, 1 e 2 maggio, 9 maggio, 12 giugno, 7 novembre, 12 dicembre).

Nel caso in cui la festività cada di domenica, il giorno di riposo viene spostato al primo giorno lavorativo successivo.

Il lavoro festivo è generalmente vietato, ma può essere ammesso soltanto con il consenso scritto del
lavoratore e nei seguenti casi:
• per prevenire un incidente, una catastrofe o per eliminarne le conseguenze;
• per prevenire un incidente o la distruzione di proprietà;
• per svolgere del lavoro imprevisto ed urgente.

Negli altri casi, oltre al consenso scritto è necessario anche il parere delle organizzazioni sindacali.

Eccezioni sono previste per i settori dello spettacolo, del cinema e del teatro.

Il permesso di maternità obbligatorio è pari a 140 giorni retribuiti (70 giorni prima della nascita e 70 giorni dopo la nascita). Il permesso di maternità post parto in caso di complicazioni della gravidanza può giungere fino a 86 giorni, mentre è pari a 110 giorni per parti plurigemellari. Il periodo di astensione facoltativa retribuito giunge fino al compimento del primo anno da parte del bambino. Vi è un ulteriore periodo di astensione facoltativa non retribuito durante il quale la lavoratrice non può essere licenziata fino al compimento del terzo anno del bambino.

Anche il padre ed altri parenti (anche in caso di adozione) hanno diritto a congedi per l’assistenza ai figli.

Argomenti nella stessa categoria