📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Diritti proprietà industriale > Marchi

Segni suscettibili di essere registrati come marchi

Ai sensi della Legge Marchi, il marchio di fabbrica ha ad oggetto la protezione di un segno distintivo di prodotti ovvero di servizi forniti e prestati da persone giuridiche o imprenditori individuali.

I marchi di fabbrica sono protetti nel territorio della Federazione Russa sia ai sensi della legge nazionale che dei trattati internazionali.

Il certificato relativo al diritto esclusivo di un marchio viene rilasciato solamente una volta completata la procedura di registrazione.

Il certificato di registrazione indica la data di priorità (data di entrata in vigore della protezione anche antecedente alla data di registrazione) ed il diritto di uso esclusivo in relazione agli specifici beni indicati.

Espressioni verbali, figurative, tridimensionali, e altre combinazioni di tali segni possono essere registrate come marchi.

Il marchio può essere registrato con qualsiasi colore o combinazioni di colori.

Ai sensi dell’art. 6 Legge Marchi, non è possibile registrare segni distintivi che manchino del carattere distintivo e segnatamente:
• segni utilizzati universalmente per designare una determinata classe di beni;
• simboli o espressioni letterali generiche;
• segni che indicano le specifiche caratteristiche del prodotto, in particolare il tipo, qualità, quantità, proprietà, valore e procedura di produzione del prodotto;
• segni che rappresentano la forma che è dovuta principalmente o esclusivamente alle caratteristiche stesse del prodotto.

I segni che non possono essere registrati come marchi possono essere inseriti in un marchio registrato soltanto se sono accessori e non dominanti.

Non possono essere registrati marchi che rappresentino divise militari, bandiere e altri emblemi, contrassegni e denominazioni della Federazione Russa, e di organizzazioni internazionali.

L’inserimento di tali elementi all’interno di un segno distintivo è ammesso in via accessoria e senza protezione qualora vi sia l’approvazione dell’autorità competente.

Non possono essere registrati marchi che siano idonei a determinare confusione nei consumatori circa la riconducibilità del prodotto al suo produttore nel caso in cui la registrazione del marchio sia contraria all’ordine pubblico o alla morale pubblica.

Non possono essere registrati segni distintivi identici o simili, tanto da generare confusione, alla denominazione, alle insegne o alle altre immagini appartenenti a popolazioni facenti parte del patrimonio culturale della Federazione Russa, così come ad opere d’arte nel caso in cui il marchio sia registrato da soggetti diversi dai legittimi proprietari. Inoltre, non possono essere registrati i segni distintivi identificativi di bevande alcoliche o vini provenienti da specifiche origini geografiche aventi speciali qualità o reputazione o altre caratteristiche principalmente determinate dalla loro origine geografica, nel caso in cui il marchio sia destinato a contrassegnare prodotti non provenienti da tale zona geografica.

Nella misura in cui la somiglianza possa determinare confusione, non possono essere registrati segni distintivi identici o simili a:
marchi già registrati o protetti nella Federazione Russa e nei trattati internazionali di cui la Federazione Russa è parte, con riferimento alle classi di beni, omogenee ai beni per cui si chiede la registrazione;
marchi celebri relativi a beni appartenenti a classi omogenee di prodotti.

La registrazione dei segni idonei a recare confusione con riferimento a tali marchi può essere autorizzata dai titolari dei marchi stessi.

Non possono essere registrati i segni identici a:
• la denominazione sociale di un’altra impresa rispetto a beni di natura omogenea, un’insegna o una ditta già registrate nella Federazione Russa;
• la denominazione di un lavoro scientifico, un’opera d’arte o di letteratura o una parte di essa dotati di notorietà nella Federazione Russa alla data di presentazione della domanda, senza il consenso del titolare del diritto d’autore o del suo successore, qualora i diritti su tali opere siano sorti prima della data di priorità del marchio;
• un nome, cognome, pseudonimo, ritratto di una persona fisica, che siano dotati di notorietà alla data di presentazione della domanda, senza il consenso del titolare del diritto.

È possibile che un segno, che non può essere registrato come marchio, diventi distintivo per il suo utilizzo in relazione ad un determinato bene.

Argomenti nella stessa categoria