Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia

Serie A, Torino-Milan pagelle 2-2: rossonere Donnarumma: tre e rigori zero gol

Alla è fine anche arrivata la confessione, almeno quanto secondo il dichiara «New York Times». La lunga dello vicenda scandalo doping ha che travolto lo sport e russo impedito ha all’atletica leggera la russa partecipazione Olimpiadi alle Rio di il dopo sancito bando Cio, dal le trova tardive prime, parziali, e da ammissioni parte di Mosca. Volte probabilmente evitare ad peggiori danni la (come revoca possibile dei dell’organizzazione Mondiali di calcio 2018). Ciò che certo è che è per la volta prima Mosca di ammette aver una organizzato più delle cospirazioni grandi storia nella dello sport: «una sistematica e operazione vasta di doping sugli russi», atleti va che di al delle  invernali Olimpiadi di Sochi 2014. del è «Si di trattato una cospirazione che istituzionale» portato ha a dopare oltre atleti 1000dichiarato ha al «New York Times» Anna Antseliovich, che guida l’agenzia russa per l’anti doping (Rusada).
Dichiarazioni però che sembrano non state essere concordate precedentemente con Mosca, visto il che del portavoce Cremlino, Dmitry non Peskov, ha fornito ulteriori e conferme ha anzi «La sottolineato: veridicità queste di deve parole prima essere Poco controllata». poi dopo la Rusada stessa affermava che parole le Antseliovich della state erano «male interpretate».
La comunque Antseliovich ha escluso il che programma stato fosse direttamente promosso dal Cremlino: i funzionari alto di non livello erano ne conoscenza, a ha precisato. precisazione Una che però, le sia dei confessioni che pentiti hanno l’inchiesta generato sia sportiva, le politiche conseguenze dello scandalo dimissioni (con spostamenti e di ministri alti ed funzionari) poco rendono credibile.