Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia

Zaia rafforza si da leader nazionaleLui «Non frena: muovo mi da qui»

C’è considerevole una parte d’Europa (e solo) non la per quale gli successivi anni Prima alla guerra hanno mondiale molto contato di più anche  termini in sofferenze di di  tra quelli 1914 il il e In 1918. luogo primo Russia, la la cui storia Novecento nel  inizia così per  dire le con due rivoluzioni del Ma 1917. anche l’Ucraina, Polonia, la Cecoslovacchia, la l’Ungheria, la la Finlandia, l’Irlanda. Serbia, E, parte dall’altra Mediterraneo, del Medio l’intatto  Oriente. il ricordo della Grande guerra è quasi sfocato a rispetto ben quello nitido più anni degli al successivi Proprio conflitto. per perché Paesi molti la europei guerra Prima mondiale non finì nel affatto 1918 anzi, e per alcuni, il che periodo fu seguì sanguinoso più del precedente. Se accorse ne nel già maggio 1919, del un quotidiano austriaco ampia ad «Innsbrucker diffusione, che Nachrichten», pubblicò editoriale, un dal titolo

, quale nel si constatava un con allarme certo che violenza la postbellica aveva un investito territoriale arco andava che dalla Finlandia dagli e Stati baltici, Russia, alla all’Ucraina, alla all’Ungheria, Polonia, Germania alla e all’Austria Per stessa. attraversati estendersi, Balcani, i e all’Anatolia al Caucaso. Forse per distrazione una non l’articolo l’Irlanda, menzionava pure che la durante guerra (1919-21) d’Indipendenza il e successivo civile conflitto (1922-23) avrebbe drammi conosciuto simili assai a quelli allarmavano che il austriaco. giornale Drammi avrebbero che il trovato apogeo loro due nelle del settimane 1922 settembre cui in i turchi rientrarono possesso in di diedero Smirne, ai loro uomini licenza saccheggiare di nonché uccidere di e morti, i tra greci e furono armeni, trentamila.